Vini

Premi e Concorsi Dei Vini

guide-premi-vino

Sono tanti i concorsi che si svolgono annualmente in tutto il mondo per premiare i migliori vini. In genere questi riconoscimenti e queste onorificenze rappresentano un vero e proprio stimolo per i produttori di vino per elevare la selezione e il servizio e soprattutto per incoraggiare programmi che rendano la varietà dei vini e i prezzi sempre più competitivi ai massimi livelli. Fra questi concorsi spicca il Wine Spectator che nel 2021 celebrerà 40 anni di promozioni e di premi dei vini più eccellenti che nobilitano le selezioni dei ristoranti più rinomati di tutto il mondo.

Questo concorso debuttò nel 1981 ed è stato creato anche per riconoscere i ristoranti con straordinarie carte dei vini in un momento in cui le vendite di vino erano in crescita esponenziale e l’industria vinicola della California stava mietendo successi in tutto il mondo. Dopo il debutto il programma è cresciuto in modo esponenziale basta pensare che nel 1982, altri 12 ristoranti hanno ottenuto il Grand Award e altri 75 ristoranti hanno ricevuto la menzione d’onore creando le 100 migliori liste di vini di Wine Spectator in America di quell’anno molto fortunato. Nel 1984 venne poi introdotto il sistema di premi a tre livelli che è ancora utilizzato fino ad oggi.

L’attuale programma comprende più di 3.500 elenchi premiati provenienti da più di 70 paesi e da tutti i 50 stati. I proprietari di ristoranti sono sempre più in sintonia con l’offerta di valore e diversità nei loro programmi enologici. Vengono rappresentate le più rinomate regioni vinicole di tutto il mondo, da abbinare alle tradizioni enogastronomiche dei 5 continenti. Anche il vino italiano ha ottenuto riconoscimenti di grande prestigio. Basta pensare che il miglior vino toscano del 2020 è stato il Brunello di Montalcino Le Lucere 2015 San Filippo che si è piazzato anche al terzo posto assoluto in una edizione che vide trionfare il Rioja 2010 e il Pinot Noir 2018 della Sonoma Coast californiana. 

Perché sono importanti i premi e i voti ai Vini? Anzitutto perché guidano l’utente nella scelta del vino rosso o bianco, indirizzandolo sui vini migliori cioè quelli che hanno una qualità superiore rispetto alla media mass market vendita al supermercato ad un prezzo basso. Avere una qualità migliore non significa sempre avere un prezzo alto e in effetti nelle liste compilate ogni anno dalle Guide e Premi dei Vini non troverete solo dei vini costosi, anzi, la maggiorparte di loro saranno vini dai costi accessibili, in genere intorno ai 20€.

Premi Internazionali dei migliori Vini

Ogni nazione ha il suo Award dedicato ai vini, quindi nel mondo abbiamo diverse centinaia di premi, nella maggiorparte dei casi locali. I più importanti riconoscimenti sui vini a livello internazionale invece, sono a parte WIne Spectator che abbiamo già citato:

Decanter World Wine Awards (DWWA)

Un altro dei grandi concorsi che assegnano riconoscimenti e onorificenze ai vini migliori del mondo è quello organizzato dalla rivista specializzata inglese “Decanter”. Gli organizzatori del concorso procedono ad una selezione preliminare dei migliori vini dell’anno che verranno poi giudicati durante la cerimonia ufficiale da una giuria di esperti della quale fanno parte enologi, giornalisti specializzaati, Masters of Wine e Master Sommeliers. Vengono conferite delle medaglie di oro, argento e bronzo sia a livello regionale e a livello internazionale. I vini “consigliati” dagli esperti ricevono un bollino blu. I riconoscimenti vengono assegnati nel mese di Maggio di ogni anno.

Premi Italiani dei migliori Vini

Anche l’Italia ha i suoi concorsi che premiano il top della vinificazione del Bel Paese, dalle Langhe alla Sicilia.

  • Antonio Galloni
  • Bibenda
  • Gambero Rosso

Vinitaly

Vinitaly è il premio che viene organizzato a Verona ogni anno dal 1967 ad oggi e che si abbina alla Fiera Internazionale Vinitaly. I migliori vini dell’anno vengono giudicati da una giuria fatta da professionisti degustatori e sommeliers provenienti da tutto il mondo. Un premio che viene patrocinato dall’OIV, dall’UIO e dalla UE. La selezione rigorosa dei vini viene garantita dall’Assoenologi e viene fatta passando al vaglio i migliori prodotti realizzati nei 30 paesi che vantano la migliore tradizione vinicola al mondo. Anche in questo caso vengono assegnate delle medaglie per ogni categoria di vini. Il Grand Gold viene assegnato al miglior vino in assoluto. Vengono anche assegnate le medaglie d’Oro, Argento, Bronzo e la Gran Menzione per i vini che si sono distinti per originalità e gusto. Nell’edizione del 2021 il voto più alto (93/100) è stato assegnato al Matidia 2018 (Cesanese Igt) prodotto dall’azienda Casale del Giglio che si è anche contraddistinta per la produzione di altri vini che hanno ottenuto voti alti come Aphrodisium 2019 (Bianco Passito Igt), Petit Verdot 2018 (Igt). Tra i vini premiati anche il Sant’Andrea con Dune 2017 (Circeo Doc Bianco), il Faro Della Guardia 2019 e lo Shiraz 2018. 

Lascia un commento